Gli Operatori del Sorriso

{

Girandola, Severino e Wolf sono i nostri tre Operatori del Sorriso specializzati in clownerie che, ormai da diverso tempo, stanno portando allegria e qualche ora di spensieratezza in giro per la provincia di Torino.

Muniti di nasi rossi i nostri volontari, accompagnati dai Giovani della Croce Rossa e da colleghi della provincia, organizzano dei pomeriggi di animazione per intrattenere un vasto pubblico proponendo musica, giochi, scenette e sculture di palloncini.

Tra le attività che gli operatori possono svolgere, troviamo  la clownerie per i piccoli pazienti ricoverati nei reparti di pediatria, le attività di piazza con bolle di sapone e sculture con i palloncini, l’animazione e l’intrattenimento delle persone anziane all’interno delle case di riposo.

Girandola, Severino e Wolf sono molto affiatati. Si ritrovano durante diversi week end al mese e portano in giro le loro attività, programmate e preparate durante le loro riunioni.

Operano con la collaborazione dei colleghi della provincia di Torino ed alcune attività vengono svolte ad integrazione di eventi organizzati da altre sedi. Un esempio è l’animazione svolta presso le residenze “Il Forchino” e “Anni Azzurri” di Santena, organizzate dal Gruppo Giovani del Comitato di Santena.

E’ sempre emozionante vederli entrare in una stanza vestiti come persone qualunque ed uscirne truccati da clown, pronti per regalare tanta allegria a chi ne ha davvero bisogno. Ma forse è ancora più emozionante seguirli mentre entrano in una stanza di una casa di riposo e vedere l’anziano ospite sorridere e dimenticare per qualche minuto di essere all’interno di una struttura, immaginando che le pareti della stanza si dissolvano e rivivendo la propria infanzia, ricordando quando da piccoli venivano portati al circo dai  genitori e lì potevano divertirsi vedendo le scenette buffe messe in atto dai clown.

Ma come si diventa Operatori del Sorriso?

Innanzitutto bisogna essere soci attivi maggiorenni della Croce Rossa Italiana ed essere parte dell’Associazione da almeno sei mesi.

Sarà poi necessario essere predisposti all’arte della Clownerie, con particolare riferimento all’improvvisazione teatrale, alla comicità, alla creatività manuale.

L’operatore del sorriso deve possedere poi buone capacità relazionali ed essere predisposto all’ascolto ed al lavoro di gruppo.

Dopo aver frequentato un apposito corso di formazione della durata di almeno tre giorni ed aver superato un esame finale, il volontario intraprende un periodo di tirocinio dove verrà affiancato da personale effettivo. Una volta conseguita la qualifica di Operatore del Sorriso, il volontario potrà scegliere di proseguire nel percorso formativo, per ottenere la qualifica di Clown Dottore.