Gallery

  • 2020: Esami di Stato
  • Operatori del Sorriso
  • 2015: Corso Op.Em.
  • 2002: Trentennale del Comitato
  • 1980: Inaugurazione nuova sede

Il Comitato di Beinasco, in collaborazione con il Comitato di Torino, ha garantito l’assistenza e la sicurezza sanitaria in diversi istituti scolastici torinesi durante gli esami di maturità, verificando best practices e comportamenti corretti in tempo CoVid19.

Girandola, Severino e Wolf sono i nostri tre Operatori del Sorriso specializzati in clownerie che, ormai da diverso tempo, portano allegria e qualche ora di spensieratezza in giro per la Provincia di Torino. I nostri Operatori sono molto affiatati e, durante le loro riunioni, preparano nel dettaglio gli spettacoli e le attività che andranno a svolgersi. È sempre emozionante vederli entrare in un camerino vestiti come persone qualunque ed uscirne truccati da clown, pronti per regalare allegria a chi ne ha davvero bisogno. È ancora più emozionante però vedere i piccoli pazienti dei reparti di pediatria o gli anziani ospiti delle case di riposo sorridere e dimenticarsi dei problemi per qualche ora.

Nei giorni 28 e 29 novembre 2015 il Comitato di Beinasco ha organizzato l’esame per i 36 operatori che hanno affrontato il percorso formativo per diventare operatore nel settore emergenza (OP.EM.). Oltre all’esame scritto, gli aspiranti si sono cimentati in una simulazione di maxi-emergenza che li ha visti impegnati nel montaggio di due tende pneumatiche allestite come Posto Medico Avanzato (PMA) e nella ricerca di feriti.

Correva l’anno 2002 e il Comitato di Beinasco festeggiava i suoi primi 30 anni. Queste alcune immagini della simulazione di soccorso organizzata in collaborazione con Forze dell’Ordine e Vigili del Fuoco.

Nel giugno 1980 la sede del Comitato di Beinasco veniva spostata nell’attuale palazzina di Via San Felice 1, di proprietà della Curia Arcivescovile di Torino. Durante l’inaugurazione, in Largo Torino, si simulò un grave incidente stradale con intervento dell’elisoccorso per il trasporto di un ferito. Al termine, un corteo di mezzi e personale CRI raggiunse il monumento ai caduti, dove le autorità pronunciarono i discorsi di rito.

ATTENZIONE!

È severamente vietato l’utilizzo, anche parziale, di immagini e/o video senza l’autorizzazione della Croce Rossa Italiana – Comitato di Beinasco.